Tag: rendiconto di gestione del esercizio finanziario

CONSIGLIO COMUNALE DEL 29 GIUGNO 2021

1. INTERROGAZIONI

Durante il consiglio comunale del 29.06.2021 il nostro gruppo ha presentato tre interrogazioni: una relativa ai lavori di manutenzione del ponte nuovo, chiedendo la data di inizio lavori, una relativa ai lavori di manutenzione del verde pubblico e una all’installazione del sistema di videosorveglianza sul territorio cittadino.

In merito ai lavori di manutenzione del ponte nuovo, abbiamo chiesto se c’è certezza sulla data di inizio lavori. L’Assessore Barbiani ha detto che non c’è ancora la data: hanno fatto un’ interrogazione a città metropolitana che, attraverso l’ing. Tizzani, ha risposto che gli appalti stanno procedendo come previsto.
Il nostro consigliere Sandro Albrile si è detto soddisfatto, ma esorta l’assessore Barbiani a sollecitare e pungolare città metropolitana.

Interrogazione manutenzione Ponte Nuovo

Per quanto riguarda la seconda interrogazione sui lavori di manutenzione verde pubblico, il nostro consigliere Andrea Oliva ha chiesto giustificazione in merito alla grave situazione di incuria del verde pubblico comunale, con rischi per l’igiene e la sanità pubblica; sottolinea che risulta evidente che è mancata la pianificazione della manutenzione e che si poteva affidare la suddetta manutenzione ai coltivatori diretti di Alpignano e comuni limitrofi, come fatto dalla precedente amministrazione.
L’ Assessore Barbiani dichiara che l’attuale giunta ha fatto una ben precisa scelta politica di intervento sulle consolidate prassi di manutenzione del verde pubblico per costruire un modo diverso di gestione, ovvero accordo quadro, lasciando il comune sommerso da metri di verde pubblico. Ammette che sono in ritardo e si scusa coi cittadini!
Il nostro consigliere Andrea Oliva si dice non soddisfatto della risposta, poiché la decisione politica di modificare le opere di manutenzione, non escludeva l’utilizzo delle vecchie procedure, soprattutto sostiene che si sarebbe potuto optare per il sistema di affido del taglio erba agli agricoltori locali e poi il prossimo anno si variava il sistema passando agli accordi quadri.

interrogazione sui lavori di manutenzione verde pubblico

In merito all’interrogazione sulla installazione dell’impianto videosorveglianza cittadina: la videosorveglianza rappresenta un deterrente contro i crimini. Si richiede alla giunta se intenderà installare un impianto di videosorveglianza.
L’Assessore Barbiani informa che il 15 ottobre scorso l’amministrazione ha presentato domanda per accesso al bando per i finanziamenti, ma che lo stesso non è stato vinto. Il progetto di installazione di videosorveglianza resta uno dei progetti a cui la giunta tiene.
Il nostro consigliere Oliva si dichiara  parzialmente soddisfatto, perché la videosorveglianza è un grande deterrente per i reati all’interno dei comuni, questo porterebbe a maggiore sicurezza nel nostro comune.

Interrogazione impianto di videosorveglianza cittadina

2. COMUNICAZIONI

Il nostro gruppo ha presentato una comunicazione in merito alla segnaletica stradale verticale per sensibilizzare l’amministrazione comunale relativamente ad alcuni cartelli stradali installati ad un’altezza non corretta, che quindi risultano pericolosi per i pedoni che si muovono sui marciapiedi sottostanti. Ai sensi dell’art. 39 del codice della strada i cartelli di segnaletica verticale vanno posizionati sui marciapiedi o sui percorsi pedonali su cui insistono ad un’altezza non inferiore a 2,2 m. dal suolo, mentre ad esempio all’incrocio di Via Valle con via Garibaldi questo non avviene, essendo i cartelli direzionali ben posti più in basso, oscurando peraltro il semaforo ivi esistente. Il consigliere Albrile richiede pertanto venga prestata più attenzione alla normativa vigente in merito e vengano riposizionati in maniera corretta i cartelli maldestramente piazzati.

Comunicazione Posizionamento cartelli stradali

4. RENDICONTO DELLA GESTIONE PER L’ESERCIZIO FINANZIARIO 2020 -APPROVAZIONE

L’Assessore Granisso relaziona che il risultato di amministrazione al 31.12. 2020 è stato di € 6.197.265 e informa che è stato completato il rientro del disavanzo di amministrazione di € 294.113, che risultano crediti di dubbia esigibilita’ per circa 5 milioni di euro, ovvero soldi che i cittadini devono al comune che la giunta cercherà di recuperare. Entrate tributarie per 9 milioni, trasferimenti dello stato per circa 2 milioni di euro, 10 milioni di spese correnti. Il nostro consigliere Andrea Oliva ammette che 3 mesi di insediamento della nuova giunta non permettono nulla se non la mera analisi ragionieristica del bilancio. La sua chiosa si sofferma sul disavanzo di bilancio del 2019 che fa pensare ad una amministrazione scellerata ma che i circa € 294.000 sono frutto di una particolare obbligatorietà che ha determinato un disavanzo tecnico.

Presenta la delibera l’Assessore Granisso, interviene il Consigliere Oliva

I nostri consiglieri si sono astenuti.

Delibera approvata.

5. BILANCIO FINANZIARIO 2021 – 2023 – 3 VARIAZIONE

Il consigliere Andrea Oliva ha chiesto lumi in merito ad alcuni aspetti del bilancio ovvero l’avanzo di amministrazione nella parte vincolata, nello specifico qual è l’importo dell’avanzo di amministrazione e quanta parte viene utilizzata in questa manovra.
Risponde l’Assessore specificando che l’avanzo ammonta ad €  954.219. Interviene il dott. Cangini che chiarisce che l’avanzo applicato in questa variazione ammonta a circa € 326 mila.
Il consigliere Oliva si è soffermato sul fatto che l’avanzo di bilancio è piuttosto cospicuo, questo significa che non si sono mantenuti gli impegni presi, esorta gli assessori in carica a spendere ciò che è stato previsto, sinonimo di buona amministrazione. Nello specifico, la critica è rivolta al fatto che si è dovuto far ricorso alla variazione di bilancio per fare attività già previste nel precedente bilancio.

Presenta la delibera l’Assessore Granisso, interviene il Consigliere Oliva

I nostri consiglieri si sono astenuti.

Delibera approvata.

6. MODIFICA REGOLAMENTO TARI

7. PRESA D’ATTO DEL PEF ANNO 2021 – DELIBERATO DALL’ASSEMBLEA CONSORTILE CADOS IN DATA 08/06/2021

8. APPROVAZIONE TARIFFE DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI) ANNO 2021

Il Consiglio Comunale decide di accorpare in un unico dibattito i 3 punti in oggetto e l’Assessore Granisso presenta la delibera, concludendo che grazie al DPR 158/99 si potrà godere del beneficio di una riduzione di circa 11% della quota variabile della e quindi del 5-6% in meno sul totale della bolletta.

Il nostro consigliere Oliva sottolinea ed esplicita ai cittadini che tale beneficio nella gestione delle tariffe, grazie all’intervento di copertura di una parte delle utenze domestiche, è da considerarsi un’attività UNA TANTUM, quindi valida solo per quest’anno.

Presenta la delibera l’Assessore Granisso, interviene il Consigliere Oliva

I nostri consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

Delibera approvata.

9. PROGRAMMA BIENNALE DEGLI ACQUISTI DI FORNITURE E SERVIZI 2021/22. APPROVAZIONE SECONDA MODIFICA

Nel rivedere la documentazione del programma triennale si sono riscontrati errori materiali e di merito che impongono di votare un emendamento relativo al programma biennale degli acquisti e delle forniture, nel merito del servizio di riscossione coattivo ( che passa da 36 a 48 mesi), del trasporto scolastico e della concessione asilo nido. L’Assessore Barbiani relaziona la delibera, specificando che si prevedono acquisti e servizi ben superiori a € 40.000,00  per servizi e forniture dell’ente (comprese assicurazioni, taglio del verde, fornitura energia elettrica e del gas) e pertanto si richiede l’inserimento di questi costi nel programma triennale.

Il consigliere Oliva interviene a proposito del taglio del verde non dichiarandosi soddisfatto del metodo con cui la maggioranza ha assegnato l’incarico ad un unico operatore, invece di far lavorare i coltivatori diretti come nella precedente amministrazione, magari riunitisi in un’associazione temporanea d’imprese.

Esprime perplessità anche in merito alla riscossione coattiva poiché si sarebbe potuto fare di più nell’accertamento e nel recupero dell’evasione tributaria, investendo parte dei soldi in risorse interne, quindi nel personale, per poter abbattere la cifra di € 70.000,00 oggetto dell’emendamento. Ritenendo puramente politico l’indirizzo da percorrere per raggiungere gli obiettivi e massima espressione della volontà politica l’espressione del voto dei consiglieri in Consiglio Comunale, il consigliere Oliva si dichiara basito dall’apprendere che decisioni importanti per tutti i cittadini si possano prendere sulla base di meri errori di calcolo, relativi ad interventi e cifre che a monte fanno parte di un programma di mandato.

Presenta la delibera l’Assessore Barbiani, interviene il Consigliere Oliva

I nostri consiglieri si sono astenuti.

Delibera approvata.

10. SOCIETA’ PARTECIPATA CIDIU SERVIZI S.P.A.: APPROVAZIONE DELLA MODIFICA DELL’ART. 5 DELLO STATUTO SOCIALE RELATIVO ALL’OGGETTO SOCIALE

Dal 1/01/2021 il servizio di igiene ambientale è tornato in capo alla CIDIU SPA, in seguito ad un procedimento di ristrutturazione societaria della società partecipata e, come illustra l’Arch. Titonel, tutti i 17 comuni che hanno partecipazione col Cidiu sono tenuti a deliberare la modifica dell’art. 5.

Tale modifica viene presentata come presa d’atto di un percorso obbligato per legge, all’interno delle configurazioni societarie di Cidiu Spa e Cidiu Servizi, che sostanzialmente ufficializza il rientro del servizio di gestione rifiuti al Cidiu Spa.

A questo proposito intervengono entrambi i nostri consiglieri, ponendo l’accento sul fatto che il nuovo art.  5 comporta un sostanziale cambiamento rispetto al precedente statuto poiché prevede di trattare e smaltire anche RIFIUTI PERICOLOSI . Tale aspetto preoccupa non poco poiché evidenzia la volontà della Cidiu di allargare la propria possibilità di business anche ai “RIFIUTI URBANI, SPECIALI, ANCHE PERICOLOSI “, fatto di per sé comprensibile in un’ottica aziendale di profitto, ma assolutamente allarmante poiché lontano dallo scopo fondamentale della partecipata, cioè quello di assolvere bene al proprio compito di raccolta dei rifiuti dei cittadini e delle imprese assimilabili ai rifiuti urbani. Inoltre questa modifica potrebbe agire a sfavore della città qualora cambiassero i vertici, oggi affidabili e di tutto rispetto, del Cidiu poiché apre la strada anche a possibili logiche malsane.

Il consigliere Albrile sottolinea come fosse necessario specificare nel dettaglio cosa si intende per “pericoloso” all’interno dell’art. 5, con l’ausilio di un codice, poiché per come è scritto nell’articolo è troppo generico e quindi soggetto ad interpretazione.

Presenta la delibera l’Arch. Franco Titonel, interviene il Consigliere Albrile
Presenta la delibera l’Arch. Franco Titonel, interviene il Consigliere Oliva

I nostri consiglieri hanno votato in maniera contraria.

Delibera approvata.

11. ABROGAZIONE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA TRANSITORIA DI ALCUNE FASI E PROCEDURE RELATIVE ALL’ACQUISIZIONE DI BENI, SERVIZI E LAVORI, IN ATTUAZIONE DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI CUI AL D.LGS.18 APRILE 2016, N. 50 – APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N.39/2016

12. ABROGAZIONE REGOLAMENTO: NUOVO CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI CUI AL D.LGS.18 APRILE 2016, N. 50 PER IL PROCEDIMENTO DI ACQUISIZIONE SEMPLIFICATA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE – APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N.40/2016

Il Consiglio Comunale decide di accorpare in un’unica discussione i due punti in oggetto.

Il consigliere Oliva condivide l’indicazione di utilizzare delle regole che sono leggi e linee guida esplicative delle leggi, soprattutto in un’ottica di snellimento delle procedure e di velocità degli acquisti.

Auspica un’ulteriore forma di controllo, poichè gli strumenti a disposizione della pubblica amministrazione per gli acquisti in rete permettono di trovare i fornitori coi prezzi migliori, e suggerisce comunque di ricorrere a minigare via email per mettere le imprese in concorrenza.

Presenta la delibera il Segretario Comunale Dott. Ciancaglini, interviene il Consigliere Oliva

I nostri consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

Delibera approvata.

13. APPROVAZIONE REGOLAMENTO BENI CONFISCATI

L’Assessore Scrima illustra il regolamento da approvare per disciplinare la concessione in uso a terzi dei beni immobili confiscati alla criminalità organizzata assegnati al patrimonio comunale sul cui territorio insistono, sottolineando che la finalità di tale concessione è quella di creare sul territorio attività a fini sociali e di sviluppo per Alpignano nell’ottica di una sempre maggiore cultura della legalità.

A garanzia della valutazione delle istanze verrà creata una commissione composta da Direttore Area Servizi alla Persona (Presidente), Direttore Area Patrimonio (Componente) e da un Componente esperto.

Proprio su quest’ultima figura, interviene il consigliere Oliva evidenziando una lacuna nel regolamento poiché non contiene una norma che stabilisca chi nomina tale Componente esperto né la durata del suo incarico. Anche l’articolo 8, che prevede l’affidamento dei beni in oggetto per un massimo di 19 anni, un periodo che pare troppo esteso considerando che eventuali investimenti potrebbero verificarsi in itinere, è oggetto di perplessità.

Ci piace inoltre sottolineare che le premesse per la gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata si devono alla precedente amministrazione comunale, che catalizzò l’attenzione sulla comunicazione del Ministero di Grazia e Giustizia relativa all’esistenza sul nostro territorio di tali risorse, e partecipò dopo lungo lavoro al bando, vinto, con cui ci furono affidati tali beni.

Presenta la delibera l’Assessore Scrima, interviene il Consigliere Oliva

I nostri consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

Delibera approvata.

14. APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L’ACCESSO ALL’ARCHIVIO STORICO E DI DEPOSITO

L’Assessore Peraccio presenta il regolamento per l’organizzazione e la gestione dell’archivio storico e di deposito, steso nell’ottica di favorirne la pubblica fruizione, ad uso gratuito, dettagliando le modalità di accesso e di eventuale allontanamento in caso di incuria o danneggiamento.

Presenta la delibera l’Assessore Peraccio, interviene il Consigliere Albrile

I nostri consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

Delibera approvata.

15. INTEGRAZIONE DEL REGOLAMENTO PER LE AREE MERCATALI

L’assessore Montagono relaziona la delibera per approvare un’integrazione al regolamento delle aree mercatali cittadine, proponendo  l’introduzione del nuovo articolo 31 bis, relativo alla possibilità per l’operatore, concessionario nello stesso mercato di più posteggi, di accorpare su richiesta, due posteggi adiacenti appartenenti al medesimo settore merceologico.

I nostri consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

Delibera approvata.

16. MOZIONE PER INTITOLAZIONE DI UN LUOGO ALLE VITTIME DELLE FOIBE

Come Obiettivo Alpignano in un’ottica costruttiva abbiamo proposto una mozione che consentisse di avere un posto dedicato alla memoria di tutti coloro che sono stati umiliati e massacrati dai partigiani Titini, vittime che hanno subito una morte atroce buttate all’interno di buche naturali ricavate nelle rocce, dette Foibe, quasi a nascondere l’efferatezza di una presunta vendetta su inermi civili di origine italiana.

Ecco oggi il nostro pensiero va a coloro che han dovuto subire queste torture, a coloro che si sono ritrovati, i più fortunati, a morire sul colpo e agli altri, agonizzanti per giorni, ben sapendo qual fosse la fine che li aspettava.

Il pensiero va anche a tutti i familiari e ai discendenti di queste persone che per troppi anni si sono sentiti figli di un Dio minore.

La mozione presentata è stata condivisa anche da altri due gruppi politici di minoranza.

Oggi con soddisfazione lo possiamo dire: anche Alpignano avrà un giardino intitolato alle vittime delle Foibe e precisamente parliamo dello spazio verde ubicato all’angolo tra via Mazzini e via Marconi, all’ombra del Pino storico e della tipica fontana Torinese “Toret”.

Per una volta la demagogia ha perso e ha vinto il motto che bisogna :

“RICORDARE PER NON DIMENTICARE”

Presenta la Mozione il nostro Consigliere Sandro Albrile, intervengono i Consiglieri Albrile e Oliva

I nostri consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

La Mozione viene approvata.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 MAGGIO 2021

1. INTERROGAZIONI

Durante lo scorso Consiglio Comunale del 31.05.21, in assenza di informazioni in merito, il nostro gruppo ha presentato due interrogazioni: una relativa allo stato dell’arte del progetto esecutivo sullo spostamento dell’Asl dai locali di Via Philips al MOVICENTRO di Piazza Robotti, chiedendo la data di inizio lavori e quella in cui i servizi saranno usufruibili dal cittadino, e una relativa alla concessione in gestione degli impianti sportivi del comune di Alpignano.
In risposta abbiamo ottenuto che il 28.06.2021 sarà la data di inizio lavori presso il Movicentro e, stante i 270 giorni stimati dal cronoprogramma esecutivo, si auspica che ad aprile 2022 saranno disponibili i primi servizi per il cittadino.

In merito alla concessione in gestione degli impianti sportivi si evince la volontà dell’amministrazione a procedere nel dare in gestione tali strutture ai cittadini che ne faranno richiesta, ma non prima di dirimere le questioni legali che il Comune ha in contenzioso con i vecchi affidatari.
Ci rendiamo conto della difficile operatività degli uffici comunali, sottodimensionati e carichi di lavoro, ma abbiamo sottolineato l’esigenza che si proceda in tempi brevi nell’affidamento delle strutture poiché dopo un lungo periodo di inattività sono sempre più i cittadini che ci esprimono questa esigenza.

Interrogazione presentata dal Consigliere Andrea Oliva
Interrogazione presentata dal Consigliere Sandro Albrile

2. COMUNICAZIONI

I nostri consiglieri Andrea Oliva e Sandro Albrile manifestano la loro contrarietà la per la scelta di questa amministrazione di non rispettare i termini di approvazione del rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2020: non vuole essere una contestazione, ma trattandosi di atto importante per il comune, i nostri consiglieri sottolineano che l’ordinaria scadenza del 30.04.21 era già stata prorogata per legge al 31.05.21 e che, nonostante ciò, tale amministrazione ha comunque scelto di non rispettare tale termine nella consapevolezza di dover applicare il comma 2 dell’art. 141 del TUEL (che in taluni casi potrebbe portare allo scioglimento del consiglio comunale), pur capendo le difficoltà degli uffici.

Comunicazione presentata dai nostri Consiglieri, per la mancata approvazione nei termini di legge, del rendiconto di gestione del esercizio finanziario 2020.

In merito alla prematura scomparsa di Maria Grazia La Monica, Sindaco di San Gillio fino al 2019, il ns. capogruppo Andrea Oliva esprime le nostre sentite condoglianze, ricordando lo stretto rapporto di collaborazione.

L’intervento del Sindaco Steven Palmieri e del Consigliere Andrea Oliva, nel ricordo di Maria Grazia La Monica (Sindaco di San Gillio fino al 2019), anche insegnante alla nostra scuola media “Tallone”.

3. Approvazione dei processi verbali della seduta consiliare del 30/03/2021.

Approvato

4. Variazione programma triennale lavori pubblici.

In merito all’esposizione dell’Assessore Barbiani riguardo al programma triennale dei lavori pubblici, il nostro consigliere Sandro Albrile rimarca alcune criticità del programma stesso: in merito alle piste ciclabili, Obiettivo Alpignano avrebbe preferito portare avanti un ulteriore lotto del Peba, abbattendo barriere architettoniche e terminando i marciapiedi, anche perché la bozza di progetto prevede ciclabili miste su strade che saranno molto trafficate, appena inizieranno i lavori per il ponte nuovo e che ad oggi risultano piene di buche, nonostante il 30 marzo sia stato approvato il 6° lotto bitumature. Su richiesta in commissione 3 proprio del nostro consigliere Albrile, l’amministrazione ha costituito un tavolo di concertazione per la creazione del polo emergenziale. Il consigliere esprime disappunto poichè tale discorso è rimasto sospeso in quanto, dopo aver convocato 2 riunioni, non è stata convocata una riunione finale con illustrazione del progetto agli altri partecipanti al tavolo. Inoltre le maniche del polo emergenziale dovevano essere 2 e in commissione 3 si scopre che le maniche saranno 3.
Anche il nostro capogruppo Oliva critica il senso della concertazione di questa amministrazione che, dopo una falsa partenza sul progetto del polo emergenziale che ha interrotto un percorso di consiglio comunale, accetta di richiedere partecipazione e confronto agli altri gruppi consigliari, ottiene proposizione ed impegno e poi non comunica un resoconto finale.

Anche i conti non tornano: secondo noi l’intera opera richiedeva un impegno di spesa superiore al milione di € e pertanto necessitava di un progetto definitivo, che l’ufficio tecnico comunale ha ammesso esistere ma con grande disappunto abbiamo scoperto con un accesso agli atti che il non era disponibile e pertanto non ci è stato possibile verificare i costi.

Se il presupposto di tale progetto era di spendere circa 1.000.000,00 € per 2 maniche, non capiamo come possa diventare molto più del doppio( € 3.200.000 circa) per l’aggiunta di una terza manica. Inoltre non capiamo perché dover fare un mutuo da 1.000.000,00 di € quando si può ricorrere a bandi, ai fondi del recovery fund.
E restiamo comunque perplessi perché a nostro avviso € 3.200.000,00 sono un po’ troppi x un polo emergenziale ad Alpignano, di cui sicuramente c’è esigenza, ma che non deve affossare altre necessità del comune: rischiamo di doverci accollare un mutuo per ottenere una struttura abbozzata e mai terminata.
Ci appare una manovra disarticolata, di cui non condividiamo né la scorretta gestione dell’attività di minoranza, che si era resa disponibile a partecipare, né il metodo dei finanziamenti e pertanto non approviamo nemmeno la variazione di bilancio triennale, la cui maggior parte degli interventi è relativa proprio alla realizzazione del polo emergenziale e alla parte capitale.

Presenta la delibera l’Assessore Barbiani, intervengono i Consiglieri Albrile e Oliva

I nostri consiglieri hanno votato in maniera contraria.

Delibera approvata.

5. Variazione del programma triennale dei servizi e delle forniture.

I nostri consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

Delibera approvata.

6. Variazione N.2 al bilancio di previsione 2021-2023

I nostri consiglieri hanno votato in maniera contraria.

Delibera approvata.

7. Modifica regolamento canone unico patrimoniale.

I nostri consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

Delibera approvata.

8. Regolamento CI.VI.CO.

Obiettivo Alpignano non è d’accordo a procedere con l’abrogazione del precedente regolamento approvato nel 2017 perché, come espresso dal consigliere Albrile in commissione 4, è stato comunicato già confezionato, mentre ci si aspettava di concertarlo insieme senza urgenza per un’analisi ragionata, che permettesse l’integrazione di alcuni concetti nel regolamento esistente, senza sovrapposizioni.
Anche secondo Andrea Oliva il nuovo regolamento è complesso, condivisibile nei pari principi ma di difficile comprensione da tutti, non è scorrevole e siamo convinti che un ulteriore passaggio in commissione avrebbe permesso un lavoro più ben fatto anche a livello formale.
Spiace constatare di nuovo che tale amministrazione non valuti l’attività propositiva della minoranza, che rappresenta una fetta di concittadini, né la informi in itinere del risultato finale.

Nonostante ciò continueremo a fare opposizione costruttiva con grande ottimismo e perseveranza confidando che la maggioranza sia in grado di accettare il confronto in un’ottica costruttiva, abbandonando le stucchevoli ostilità mostrate finora.

Presenta la delibera il Consigliere Bosio, intervengono i consiglieri Albrile e Oliva

I nostri consiglieri hanno votato in maniera contraria.

Delibera approvata.

9) Mozione per intitolazione di un luogo (piazza o giardino) a Norma Cossetto.

Siamo rimasti sconcertati e rattristati nel constatare la mancata approvazione di questa amministrazione ad intitolare un luogo pubblico cittadino a Norma Cossetto, giovane studentessa istriana, catturata e imprigionata dai partigiani slavi, lungamente seviziata e violentata dai suoi carcerieri poi barbaramente gettata in una foiba.
Riteniamo sorprendente che si possa pensare di riempirsi la bocca davanti ai cittadini con parole come democrazia, inclusione, rispetto dei diritti altrui, solidarietà, pace, condannare ogni forma di discriminazione e di violenza e poi non accordare l’intitolazione di un luogo alla memoria di “una luminosa testimonianza di coraggio e amor patrio”, come dichiarata dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi nel 2005, durante il conferimento alla giovane della medaglia d’oro al merito civile.
In consiglio comunale si è di fatto dibattuto sul colore politico della violenza, senza di fatto dare una motivazione plausibile di questo rifiuto, strumentalizzando fatti storici per pura demagogia, infoibando di nuovo Norma Cossetto.

La Maggioranza boccia la mozione presentata dal Consigliere Martino, per l’intitolazione di un luogo pubblico all’interno del nostro Comune a Norma Cossetto Medaglia d’oro al merito civile e alla memoria, interviene il Consigliere Oliva.

I nostri consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

Delibera non approvata.

10. Mozione per individuare e realizzare/implementare aree per sgambamento cani sul territorio comunale.

I nostri consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

Delibera approvata.

11. Ordine del giorno: sostegno alla approvazione alla proposta di legge: “misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi legati al sesso, al genere, all’orientamento sessuale, all’identità di genere e alla disabilità.

I nostri consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

Delibera approvata.

12. Ordine del giorno: riconoscimento del diritto esigibile alle cure sanitarie e socio sanitarie per i malati cronici non auto sufficienti e per le persone in gravi disabilità non auto sufficienti.

I nostri consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

Delibera approvata.

Convocazione del consiglio comunale del 31/05/2021

Interrogazioni presentate