Tag: ACQUEDOTTO

CONSIGLIO COMUNALE DEL 29 LUGLIO 2021

1. Interrogazioni

Durante il consiglio comunale del 29.07.2021 il nostro gruppo ha presentato 2 interrogazioni: una relativa alla società acque potabili e una sulla situazione della piscina comunale.
In merito alla prima interrogazione sulla società acque potabili e considerato che l’assemblea ha approvato il bilancio di esercizio, i nostri Consiglieri, Oliva e Albrile, interrogano il Sindaco per conoscere:

  • i dati principali del bilancio di esercizio 2020
  • i criteri con i quali verrà individuato il nuovo amministratore unico
  • quando verrà pubblicata la manifestazione di interesse per individuare l’amministratore unico e il revisore dei conti
  • se ci sono stati nuovi riscontri in merito al ricorso al Tar.
    Rispondono l’Assessore Granisso e il Sindaco Palmieri. L’Assessore Granisso presenta i dati di bilancio con un valore di ricavo di € 718.000, la parte più consistente dei ricavi è data dal servizio di distribuzione di acqua potabile per € 677.000, per ciò che attiene ai costi abbiamo un valore di € 287.000 per i servizi, nello specifico la spesa per l’energia elettrica, e i salari per € 267.000. Gli ammortamenti ammontano a € 48.000 e gli oneri a € 64.000. Il totale tra gli attivi e passivi, escluse le imposte, è di € 30.478. Le imposte ammontano ad € 16.048. L’utile netto ammonta a € 14.430.
    Interviene il Sindaco Palmieri in merito ai criteri con i quali verrà individuato il nuovo amministratore unico della società, si è deciso di proseguire secondo le modalità consolidate in passato ovvero mediante il bando pubblico, con 2 criteri fondamentali: la laurea in economia con una specializzazione in amministrazione aziendale e una comprovata esperienza in amministrazione aziendale. I tempi di pubblicazione saranno dal 9 di agosto 2021 nell’albo pretorio per 60 giorni. Non ci sono riscontri in merito al ricorso al Tar.
    I nostri Consiglieri si sono detti soddisfatti a seguito delle risposte presentate dall’Assessore Granisso. Per ciò che attiene le risposte presentate dal Sindaco Palmieri, purtroppo, non ci possiamo ritenere soddisfatti, soprattutto in merito alla manifestazione di interesse per l’individuazione del nuovo amministratore unico che riteniamo troppo lenta, si sarebbe potuta presentare a Gennaio-Febbraio. Per quanto riguarda il riscontro al ricorso al Tar, anche in questo caso, non ci riteniamo soddisfatti perché il 24 giugno 2021 il Tar ha convocato le parti ma, ahinoi, il comune ha deciso di non presentarsi. Secondo noi questa decisione politica di non presentarsi, ed attendere un ulteriore anno, è stato un clamoroso errore perché non abbiamo nulla da temere, visto che siamo dalla parte della ragione.
Interrogazione Acquedotto Comunale

Per quanto riguarda la seconda interrogazione i nostri Consiglieri chiedono notizie in merito alla piscina comunale e alla sua riapertura.
L’Assessore Scrima ci informa che la Sport Managment ha presentato presso il tribunale di Verona in data 05.10.2020 una domanda di ammissione al concordato preventivo con continuità per evitare le azioni esecutive e bloccare le azioni di fallimento. Il comune, a Febbraio 2021, ha risolto la convenzione con la suddetta società, per una serie di inadempimenti tra cui il mancato pagamento dei canoni ormai scaduti, la richiesta di concordato preventivo per cui la sussistenza di uno stato di insolvenza e infine la caducazione della polizza fidejussoria. Sono state studiate altre azioni giudiziarie per richiedere la restituzione della piscina ma il tribunale di Torino ha respinto tale richiesta. Nel frattempo la Sport Management ha ritirato la domanda di ammissione al concordato preventivo e con un atto a rogito presso un notaio ha affittato un ramo d’azienda alla società Prime, che risulta posseduta al 100% da una società spagnola. Questa società Prime risulta composta da un solo socio residente in Madrid. È chiaro che questa risulta essere una strategia difensiva per presentare una nuova domanda di concordato. Ci sono diversi comuni che hanno in atto problematiche con la società Sport Mangement, con l’aggravante, per il nostro comune, di un insoluto che ammonta ad € 100.000 di canoni, risulta che non hanno pagato le bollette dell’acquedotto per circa € 100.000 e forse anche l’utenza per il riscaldamento. Si sta valutando se fare un ricorso d’urgenza per riprendere possesso della struttura evitandone un ulteriore degrado. Non potremo fare nessuna azione per il recupero dei crediti.
Il nostro consigliere si è detto dispiaciuto per tale situazione perché i nostri cittadini non potranno utilizzare l’impianto e perché perderanno le rette pagate in precedenza. Abbiamo richiesto una azione legale più forte. Alla fine ci siamo detti soddisfatti della risposta dell’assessore perché abbiamo capito l’estrema complessità della situazione.

Interrogazione Piscina Comunale

4. Assestamento generale al bilancio di previsione 2021. Variazione N.4 al bilancio di previsione 2021-2023.

In seguito all’esposizione dell’Assessore Granisso relativa alla necessità dell’amministrazione di variare il punto n.4 del bilancio di previsione 2021-2023, in nostro Consigliere Oliva si dichiara perplesso poichè le attività per cui occorrono risorse aggiuntive sono quelle di fatto ordinarie e pertanto ampiamente preventivabili.

A titolo esemplificativo, cita il trasporto HC, per il quale variare la previsione di bilancio di € 30.000,00 non pare necessità di quadratura dei conti, ma mera dimenticanza.

Nella delibera proposta inoltre si incrementa di € 10.000,00 il capitolo per le manutenzioni ordinarie relative all’area lavori pubblici, atto che si sarebbe potuto evitare – come da noi esposto in campagna elettorale – attuando strategie per permettere disponibilità all’ufficio tecnico senza ricorrere ad un ulteriore incremento di bilancio per la manutenzione ordinaria.

Il nostro Capogruppo Oliva inoltre critica la disposizione di € 50.000,00 (sul 2021), di € 194.000,00 (sul 2022) e di € 127.000,00 (sul 2023) di spesa per il recupero dell’evasione tributaria: venne fatto durante la precedente amministrazione un investimento importante per dotare le risorse interne di sistemi informatici tali da rendere snello e breve il processo di recupero dell’evasione.

Intervento del Consigliere Andrea Oliva

I nostri consiglieri hanno votato in maniera contraria.

Delibera approvata.

5. Verifica sussistenza equilibri di bilancio 2021-2023 e ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi esercizio 2021 di cui all’art.193 del D.LGS.267-2000.

L’Assessore Granisso illustra la relazione sulla ricognizione dell’attuazione dei programmi di esercizio e la sintetizza sostenendo che non sono stati rilevati grandi problemi.

Il nostro Consigliere Oliva si dichiara NON SODDISFATTO di tale presentazione poiché presentata in modo troppo semplicistico, ed è un’occasione persa, anche per la minoranza, per scoprire come sono stati tradotti operativamente gli obiettivi del programma di mandato, e come si sono incontrati i desiderata della parte politica di maggioranza con le necessità organizzative degli uffici, spesso alla ricerca di risorse economiche per svolgere bene il loro lavoro.

Ad una lettura più attenta della relazione dei Direttori d’Area, emergono invece molteplici gridi di aiuto, che devono essere colti.

Per esempio, nel settore cultura/associazioni /sport, pur elogiando l’attività degli uffici preposti, Oliva sottolinea la mancanza nella relazione di una parte relativa, ma assolutamente a nostro parere dovuta, all’attività di programmazione organizzativa per la gestione degli impianti (palazzetto dello sport e bocciofila) non durante la pandemia, ovviamente, ma subito al termine della stessa.

Viene evidenziata anche la difficoltà a rispondere ai cittadini nell’URP: 191 segnalazioni e 15 risposte denotano che qualche problematica sussiste.

Oliva auspica ad un maggiore coinvolgimento delle risorse interne all’area finanziaria per la bonifica delle anagrafiche dell’attività tributaria, senza dover ricorrere ad ulteriori spese.

Sottolinea la necessità della Polizia Municipale di avere due nuovi automezzi per esigenze logistiche, un veicolo per l’infortunistica stradale e due motocicli per un migliore accesso al territorio, ma nulla di tutto ciò è stato inserito nella programmazione.

Per quanto compete l’area dei servizi alla persona, sottolinea che resta complesso il recupero dei crediti della mensa scolastica, e pertanto mette in evidenza che sussiste un problema da risolvere.

Esprime soddisfazione nel constatare che, per quanto compete all’area lavori pubblici, lo stato di attuazione si basa su attività pregresse della precedente amministrazione.

Oliva termina il suo intervento con un accorato appello per far sì che i lavoratori dell’ufficio servizi demografici stato civile/elettorale, ufficio strategico per il comune e che ha subito diverse difficoltà a causa della pandemia, vengano economicamente gratificati come profili professionali.

Interviene anche il Consigliere Albrile, elogiando le attività interessanti dell’area territorio, sottolineando la necessità di adottare un’unica piattaforma per l’invio delle pratiche e chiedendo nuovamente la digitalizzazione dell’archivio edilizio, affinché venga riorganizzato e reso più di facile accesso.

Il nostro Consigliere Oliva, durante la sua dichiarazione di voto contrario, esprime preoccupazione anche per l’ambito del CED (centro elaborazione dati) poichè è evidenziato nella relazione un problema sulla sicurezza informatica del comune: gli attuali stanziamenti di bilancio previsti non consentono di superare il livello minimo di sicurezza dati e le procedure attuali non sono del tutto adeguate alle disposizioni previste per il Disaster Recovery.

Intervento del Consigliere Andrea Oliva
Intervento del Consigliere Sandro Albrile
Dichiarazione di voto del Capogruppo Andrea Oliva

I nostri consiglieri hanno votato in maniera contraria.

Delibera approvata.

6. Commissione edilizia Comunale sostituzione componente.

Il Consigliere Brignolo illustra la delibera atta a sostituire un componente della commissione edilizia, assente ingiustificato in 3 riunioni consecutive e pertanto, per regolamento, decaduto.

Come criterio per procedere con la surroga, viene adottata la metodologia di segliere il sostituto secondo la graduatoria. Pertanto l’arch. Roberto Secci viene sostituito dal geom. Paolo Guselli.

I nostri consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

Delibera approvata.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 22 DICEMBRE 2020

Martedì 22 dicembre alle ore 18.00, si è svolto il Consiglio Comunale. Nel rispetto delle norme anti Covid-19, è avvenuto in videoconferenza per i consiglieri e in modalità streaming per la cittadinanza sulla pagina facebook del Comune di Alpignano.

Questo Consiglio ci lascia disarmati ed a differenza delle scorse volte anziché relazionare ogni singolo ordine del giorno preferiamo con questo post porre alcune riflessioni emerse dalla partecipazione ai dibattiti consiliari tenuti fino ad ora dall’Amministrazione Palmieri.
Troppo spesso, alle interrogazioni o mozioni proposte dai tre quarti delle opposizioni (un quarto della minoranza, senza alcun imbarazzo, sembra più seduto ai tavoli di maggioranza) traspare dai riscontri degli Assessori e Consiglieri una non buona volontà di collaborare per il bene del paese ed in alcuni contesti, come per la nostra interrogazione al Ponte Bailey, le risposte sono state poco precise ed esaustive. Non è questione di bontà o meno delle proposte; le interrogazioni e mozioni finora presentate hanno colto problemi dei quali l’Amministrazione si è accorta, ma ciò nonostante le prime, alcune, sono state trattate  con sufficienza mentre le seconde respinte. La discriminante è forse la provenienza delle idee che se proposte dalla minoranza vengono bocciate per la paura dell’amministrazione di attribuire la paternità delle opere o delle scelte all’opposizione, come se fosse una questione di lesa maestà.


Interessanti sarebbero gli scambi di vedute ed anche i confronti sarebbero più pacati qualora non si considerasse “una minchiata” il semplice punto di vista del nostro capogruppo Andrea Oliva come avvenuto in questo ultimo Consiglio Comunale ad opera dell’Assessore PierPaolo Barbiani non accortosi di aver il microfono accesso. Altrettanto se non si considerassero superflue le mozioni presentate da altri gruppi di minoranza che coscienti della sensibilità di questa amministrazione e delle attività già svolte in passato indirizzano la volontà politica della Giunta a maggiore attenzione ad eventi della nostra storia come i martiri delle foibe. In Consiglio Comunale non vogliamo lezioni di storia, lette da Wikipedia o scritte per mano altrui, tantomeno non si vuole essere accusati di strumentalizzazione politica; semplicemente si reclama il rispetto dei ruoli e delle persone, tutti e tutte. Seppur il regolamento non lo vieti, è neppure corretto commentare anticipatamente sulle pagine social, come per quest’ultima circostanza di Consiglio, le mozioni  che dovrebbero, per onestà intellettuale  e logica,  essere discusse nelle opportune sedi senza sminuirne gli intenti dell’avversario politico su profili Facebook.

In questo Consiglio Comunale è stata revocata la convenzione con il Comune di Villardora in merito alla gestione del Segretario Comunale che fino ad ora ha consentito un risparmio di circa il 20% sui costi di esercizio del suddetto personale, per non continuare a discutere delle spese di noleggio apparecchiature informatiche per lo smart working (non regolamentato da una norma specifica del Comune),  del personale comunale.

VOTAZIONI ORDINE DEL GIORNO

4. CENTRALE IDROELETTRICA SUL FIUME DORA RIPARIA – CESSIONE DI PROPRIETÀ SUPERFICIARIA DI CABINA ELETTRICA E COSTITUZIONE DI SERVITÙ DI ELETTRODOTTO E DI PASSAGGIO. APPROVAZIONE SCHEMI DI ATTO.

L’assessore Barbiani illustra la delibera insieme all’Arch. Titonel

Approvazione della concessione della servitù di passaggio

Nel 2017 venne approvata convenzione per la costruzione della centrale idroelettrica e di una cabina elettrica.

Nel Settembre 2019 si è dato il permesso di costruire e si è andati a regolarizzare con un atto notarile, la cessione della superfice per la cabina più passaggio di servitù per 30 anni.

I nostri Consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

5. RICOGNIZIONE ANNUALE DELLE PARTECIPAZIONI POSSEDUTE ALLA DATA DEL 31/12/2019 EX ARTICOLO 20 DEL D.LGS. N. 175/2016.

Il segretario comunale Dott. Gavaini illustra la delibera

Il nostro Capogruppo Andrea Oliva in merito alla partecipata S.A.P.A. (Società per la condotta di Acqua Potabile Alpignano)
“Nella passata amministrazione come Sindaco ho deciso insieme alla ex Giunta e consiglieri di resistere davanti al TAR ad ATO3 nella cessione di S.A.P.A. a Smat, è stata una decisione importante.

Inoltre nel passato mandato abbiamo stravolto lo statuto socetario di S.A.P.A., portandolo ad un amministratore unico e un revisore unico, riducendo così il costo di gestione, dando alla società ogni anno obiettivi di efficenza sempre maggiori, oltre ad un bilancio sempre in attivo, dove i guadagni vengono utilizzati per migliorare il servizio.

Aspichiamo che la maggioranza continui a resistere, dando così un ritorno prezioso per il territorio.

Per le altre partecipate è una presa d’atto.”

I nostri Consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

6. PRESA D’ATTO DEL PIANO ECONOMICO FINANZIARIO (PEF) RELATIVO AL SERVIZIO DI RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI ANNO 2020.

L’assessore Granisso illustra la delibera

Questa delibera viene portata in consiglio per la variazione del metodo di calcolo del piano finanziario, dove ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) a definito relativo al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti in relazione alle tariffe TARI, da preventivo a effettivo, questo produrrà un aumento delle tariffe dal 2021.

Il nostro Capogruppo Andrea Oliva

“Ben venga il metodo MTR, questa adozione ha messo in evidenza i limiti di una gestione del Cidiu, fatta senza una regola fondamentale, cioè un limite di crescita delle entrate, questo voleva dire non porsi dei limiti sulle proprie possibilità. Questo però ha determinato un incremento di 49 mila euro, questo ci ha portato a verificare che i motodi utilizzati da Cidiu non erano nelle possibilità.

Un ulteriore nota negativa, constatare che all’assemblea del consorzio C.A.DO.S. (Consorzio Ambiente Dora Sangone), il Comune di Alpignano era assente perchè commissariato, quindi sollecito l’attuale amministrazione ad essere sempre presente alle assemblee, per dire la propria e far valere i diritti dei cittadini che rappresentano.

A questo proposito il Comune di Alpignano non ha avuto modo di dire la sua perchè commissariato, inevitabile è stato l’amento delle tariffe”

per queste motivazioni i nostri consiglieri hanno votato in maniera contraria a questa delibera.

7. INDIVIDUAZIONE DEGLI ORGANISMI COLLEGIALI INDISPENSABILI PER LA REALIZZAZIONE DEI FINI ISTITUZIONALI DELL’ENTE PER L’ANNO 2021 (ART. 96 T.U.E.L.)

con questa delibera sono entrati negli ORGANISMI COLLEGIALI INDISPENSABILI PER LA REALIZZAZIONE DEI FINI ISTITUZIONALI DELL’ENTE PER L’ANNO 2021, la Consulta Giovanile e la Consulta delle Disabilità.

I nostri Consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

8. DETERMINAZIONE GETTONE DI PRESENZA PER LA PARTECIPAZIONE ALLE SEDUTE CONSILIARI E ALLE SEDUTE DELLE COMMISSIONI PREVISTE PER LEGGE – ANNO 2021

Illustra la delibera il segretario generale Dott.ssa Gavaini

Il nostro Capogruppo Andrea Oliva

“Il gettone di presenza rimane invariato.

La precedente amministrazione ma anche l’attuale avrà attenzione nell’organizzazione del consiglio comunale, nel valutare con attenzione e nel contenere il numero di consigli comunali e nel continuare a mantenere l’orario del consiglio alle 18, così da contenere i costi.”

I nostri Consiglieri hanno votato in maniera favorevole.

9. MOZIONE PER FAVORIRE LA COLLOCAZIONE, NEL QUARTIERE BELVEDERE, DI UN DISTRIBUTORE AUTOMATICO DI ACQUA NATURALE E GASATA “CASA DELL’ACQUA”.

Illustra la mozione il Consigliere Kevin Gaeta

La Consigliera Sciuto propone un emendamento che estende la possibilità di nuove casette dell’acqua a tutti i quartieri della città.

Il nostro Capogruppo Andrea Oliva

la mozione viene stravolta, dalla richiesta di una attività ben precisa, ad una attività generica, quando si stravolge strutturalmente una mozione ci va una variazione scritta ai consiglieri e non un video su Facebook

La zona centrale di Alpignano ha già una casetta dell’acqua in piazza Unità d’italia, il quartiere Sassetto ne ha una in Piazza Berlinguer, quindi c’era una logica nella richiesta del gruppo di Martino. Le casette dell’acqua hanno costi alti, quindi non si possono spargere ovunque nella città, questo influirebbe negativamente nel bilancio della S.A.P.A. e come ben sappiamo per mantenerla tra le nostre partecipate, il bilancio dev’essere virtuoso. Siamo favorevoli a una massimo due casette dell’acqua, ma non oltre.”

Quindi eravamo favorevoli alla mozione del gruppo di Martino, ma non all’emendamento proposto su Facebook dalla Consigliera Sciuto, non siamo favorevoli.

La Mozione viene approvata con emendamento Sciuto.

10. MOZIONE PER FAVORIRE LA COSTRUZIONE/PROSECUZIONE DI UN MARCIAPIEDE IN STRADA COSTA DIREZIONE VIA ANTICA DI RIVOLI.

Illustra la mozione il Consigliere Davide Martino

Il Consigliere Bosio propone un emendamento che estende questi interventi a tutta la città.

Il nostro Consigliere Sandro Albrile

“Esiste già un piano d’interventi denominato P.E.B.A. (Piano di eliminazione delle barriere architettoniche) che già la passata amministrazione insieme alla Consulta delle disabilità hanno programmato diversi interventi, quindi a me sembra che anche per questa mozione portata da un gruppo di minoranza si voglia stravolgere. La richiesta del gruppo di Martino è chiara, si parla di intervenire su un punto specifico di via Costa, pericoloso per la circolazione dei pedoni.”

Interviene il Consigliere Bosio dicendo che quel proseguimento di marciapiede finisce nel “nulla”, minacciando di ritirare l’emendamento e quindi bocciando la mozione.

Interviene il nostro Capogruppo Andrea Oliva

“infelice l’intervento del Consigliere Bosio che va a denigrare il lavoro fatto nei passati anni. Andando a riprendere il vostro programma elettorale e leggo testualmente a pagina 15 “occorre anche individuare i tratti pericolosi sulle strade cittadine” . Mi chiedo è necessario fare qualcosa per la sicurezza dei cittadini? SI, è necessario fare qualcosa per il Belvedere? SI e molto altro, l’interventoin questione si integra bene con il vostro programma? SI, allora perchè sminuire la richiesta di un gruppo di minoranza che si fa portavoce di una criticità!”

Interviene il Consigliere Bosio ritirando il suo emendamento

giustificando il ritiro dell’emendamento per il fatto che non è una mozione di maggioranza, gli interventi sul territorio proseguiranno ma decidendo come amministrazione di volta in volta dove farli.

I nostri consiglieri votano in maniera favorevole.

La Mozione viene bocciata dalla Maggioranza.


11. MOZIONE PER INIZIATIVE A FAVORE DEL COMMERCIO DURANTE E DOPO L’EMERGENZA CORONAVIRUS.

Illustra la mozione la Consigliera Linda Genre

premette subito che la mozione è stata una provocazione, per poter capire le intenzioni dell’amministrazione che a quanto pare ad oggi non è stato fatto nulla a favore delle attività commerciali del territorio.

La Mozione viene ritirata.

12. MOZIONE PER LA CELEBRAZIONE DELLA “GIORNATA DEL RICORDO” IN MEMORIA DEI MARTIRI DELLE FOIBE.

Illustra la mozione la Consigliera Linda Genre

I nostri consiglieri votano in maniera favorevole.

La Mozione viene bocciata dalla Maggioranza.

13. MOZIONE PER LA RIDUZIONE TASSA TARI PER LE ATTIVITA’ COMMERCIALI ED ARTIGIANE.

Illustra la mozione la Consigliera Linda Genre

La Mozione viene ritirata.

14. SCIOGLIMENTO ANTICIPATO DELLA CONVENZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DEL SERVIZIO DI SEGRETERIA TRA I COMUNI DI ALPIGNANO E VILLAR DORA.


Illustra la delibera il Sindaco Steven Palmieri

Interviene il nostro Capogruppo Andrea Oliva

“Non siamo favorevoli a questa scelta del Sindaco nello scioglimento di questa convenzione e quindi la sostituzione del Segretario Comunale Dott.ssa Gavaini. Con la convenzione del Comune di Villardora si risparmiava il 20% della gestione di segreteria.”

I nostri consiglieri votano in maniera contraria.

La Mozione viene approvata dalla Maggioranza.